Extended Mind
cog in action!

Grazie Panorama

Sdegno. E’ un sentimento che ormai non sapevo più di poter provare, ma rimango sorpreso quando accade qualcosa che mi ricorda che ogni tanto – anche a 20 anni – è utile provare qualcosa che ha stretti legami con un giudizio tutto morale. Non sono un bachettone, non penso alla fragilità dei bambini quando in prima serata un paio di tette al vento diventa l’evento topico di un programma ridicolo; quando un paio di urlatori di professione si infamano le rispettive madri e si augurano reciprocamente di provare il dolore che solo un bastone nel culo può provocare; quando a qualche concorrente di un qualsiasi reality scappa detto il nome di (un) Dio invano. Al contrario, non me frega un cazzo; è uno spettacolo triste, è vero, ma è pur sempre spettacolo, penso, dimostrando ormai quanto certe cose non riescano più a colpirmi.
E’ per questo che stamattina mi ha lasciato piacevolmente sorpreso il fatto di poter provare un sentimento che richiama vagamente il concetto di purezza: lo sdegno.

Leggendo questo blog, forse qualcuno ha notato che le mie più profonde riflessioni avvengono seduto su un water. Sul Water. Il mio fedelissimo Water. Bene, solitamente le mie “sedute” sono accompagnate dalla consueta lettura delle riviste che ritengo meritevoli di essere lette in tale sede, e una delle mie preferite, quelle che mi ispira di più in quel particolare momento della giornata, è senza ombra di dubbio Panorama. Nell’ultimo numero in edicola questa settimana, la prestigiosa testata propone, tra gli altri, un servizio-recensione in merito al libro Un fiume di cocaina dello psichiatra Furio Ravera, direttore sanitario del Crest (un centro specializzato nel trattameto dei disturbi da abuso di sostanze stupefacenti in quel di Milano) della lunghezza di ben quattro pagine, dove si coglie al volo l’occasione per ribadire quanto la cocaina, alla fine, ti fotta il cervello e la vita. D’accordissimo. Voltando l’ultima pagina dell’articolo, però, i cervelloni esperti di marketing dell’autorevole rivista hanno sapientemente piazzato una pubblicità a pagina doppia (non notarla diventa per forza di cose impossibile) della Belstaff, con una splendida e rivitalizzata Kate Moss alla quale, reduce dalla disintossicazione, ride il buco del culo a più non posso, dal momento che la sua immagine, proprio grazie alla polverina magica, ora vale molto, ma molto più di prima: perchè non sfruttala?

Annunci

Nessuna Risposta to “Grazie Panorama”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: